La differenza tra marketing e pubblicità, una volta per tutte!

Mag 24, 2017 | Destination marketing, Web marketing | 0 commenti

“Il marketing? Si, stampiamo mille volantini quest’anno.”

Marketing e pubblicità sono due termini che purtroppo vengono utilizzati troppo spesso come sinonimi. Inizio subito col puntualizzare che i due termini non sono sullo stesso piano e non significano la stessa cosa. No!  Esiste una profonda differenza tra marketing e pubblicità. Lo spieghiamo qui, semplice e conciso.

Definiamo il marketing (in maniera ahimè semplicistica) come disciplina che studia il mercato, i concorrenti, il prezzo e i canali di vendita riferiti ad un certo prodotto o servizio. Ci riferiamo spesso alle quattro principali variabili come le 4P: product, place, price, promotion.

La pubblicità invece è una componente di una delle quattro “P” ovvero “promotion”, promozione. La pubblicità è uno strumento fondamentale che permette di “rendere visibile” l’attività di marketing svolta, ma è completamente diversa dalle altre componenti. Si ricorre alla metafora dell’iceberg per evidenziare questa differenza. La punta dell’iceberg rappresenta la promozione, l’advertising, insomma la pubblicità. La parte sommersa dell’iceberg rappresenta invece tutta l’attività di marketing.

Destination marketing

Analogo discorso per quanto riguarda il marketing turistico (il marketing legato al turismo) e il destination marketing (il marketing turistico delle destinazioni). Con quest’ultimo ci si riferisce all’insieme di attività volte al posizionamento nel mercato della destinazione turistica attraverso gli strumenti di marketing e non solo alla sua promozione in termini d’immagine.

Concludendo, marketing e pubblicità non sono e non devono essere considerati sinonimi. Dietro una grandiosa pubblicità di un prodotto c’è un articolato studio e analisi. Allo stesso modo una destinazione per essere promossa non ha semplicemente bisogno di un bel video su Youtube e di un logo accattivante, (ne ho già parlato nel post Non puoi gestire se non puoi misurare), insomma, ricordi l’iceberg? C’è tanto lavoro sotto, la pubblicità è solo la parte visibile.

Dunque, se tu dovessi incontrare qualcuno che non dovesse ricordare la differenza tra marketing e pubblicità riducendo il marketing al nuovo spot della Coca Cola, potrai fargli leggere questo post. Una volta per tutte!

Ma i volantini?